mobxtutti9La mission di A.la.t.Ha. Onlus è quella di rendere più semplice la vita delle persone con disabilità e di tutti coloro che si trovano in difficoltà permanente o temporanea, garantendo loro autonomia e integrazione sociale. A.la.t.Ha offre una soluzione attenta e immediata a chi non trova risposta nelle istituzioni e nei servizi offerti dal mercato, previene lo stato di abbandono a cui spesso si ritrovano le persone che non possono muoversi autonomamente ed è un punto di riferimento e di supporto per la comunità.

mobxtutti6La vision di A.la.t.Ha. è quella di una città ideale in cui il diritto alla vita e il valore umano delle persone con disabilità vengano rispettati nella loro essenza. Vuole contribuire a creare una città più accogliente e vivibile per tutti, in cui nessuno si senta più solo, in cui il benessere si misuri proprio partendo dalla qualità della vita delle categorie considerate più deboli. Una città in cui tutti possano sentirsi liberi ed importanti al di là di ogni barriera fisica e mentale.

I valori più importanti di A.la.t.Ha. sono il rispetto e l’equit, poiché tutti hanno il diritto di scegliere e di poter usufruire di servizi di qualità: trasporto, assistenza, fisioterapia, residenzialità e odontoiatria.

Con il Progetto mobilità per tutti si vuole implementare il numero di trasporti gratuiti che dal 1995 A.la.t.Ha. svolge con dedizione e cura per chi si trova in stati di abbandono ingiustificabili. Ogni anno supera i 900 interventi che si rivolgono ai singoli casi isolati o ad un supporto alle associazioni del territorio per eventi sportivi o di inclusione sociale e continuano nel mese di agosto per accompagnare alle cure i malati oncologici che si trovano senza volontari. Siamo molto orgogliosi di alleggerire lo stato di sofferenza che le persone disabili, gli anziani e i malati si trovano a dover sostenere.

Con l’invecchiamento progressivo della popolazione, riceviamo sempre più richieste di anziani soli che hanno bisogno di cure costanti in strutture ospedaliere o di essere assistite anche solo per uscire di casa a prendere un po’ d’aria. Il nostro intervento si estende al prestito gratuito di ausili (carrozzine, stampelle ecc.), al superamento in sicurezza di barriere architettoniche tramite l’utilizzo di apposite sedie montascale, i progetti di prevenzione e cura presso il Centro di Odontoiatria e il Centro di Riabilitazione e Fisioterapia, a cui ogni settimana vengono trasportati gratuitamente alle cure una quindicina di persone anziane che non potrebbero venire autonomamente.

Un’attenzione particolare viene data ai trasportati minorenni: grazie alla collaborazione con le famiglie e ad attrezzature particolari (seggiolini, sedie montascale per il superamento delle barriere architettoniche ecc.) vengono trasportati numerosi bambini alle scuole, ai centri sportivi e ricreativi.

mobxtutti7

La cooperativa svolge la propria attività in Lombardia prevalentemente nell’area di Milano e provincia dove si è creata una rete di sostenitori e utenti molto forte.

È riuscita a mantenere negli anni un rapporto di fiducia sia con privati che con istituzioni, grazie all’efficienza dei servizi e alla professionalità degli operatori. La nostra caratteristica capillarità e voglia di espanderci ci ha spinti anche su altri territori come Monza, Varese, Bergamo, Ferrara e Provincie ad esse collegate. Nei territori periferici il fenomeno dell’emarginazione sociale è maggiore e si assiste ad una concentrazione delle risorse e dei mezzi ai soli enti assistenziali che si basano sul volontariato puro che non sempre può garantire libertà di scelta e di movimento alla persona.

mobxtutti8

Tutte queste iniziative vengono supportate da un’attività di raccolta fondi e dall’erogazione di servizi a pagamento per chi ha possibilità di scegliere. Questo permette alla cooperativa di coprire alcuni costi e di poter intervenire là dove c’è bisogno, sostenendo con propri mezzi e con personale qualificato le persone che si trovano in difficoltà senza lunghe attese.

Per andare avanti e proporre nuovi progetti abbiamo bisogno di donazioni continuative poiché i mezzi con una media di 70.000 km l’anno sono soggetti ad usura, guasti, a sostituzioni e ad elevati costi di mantenimento.

Grazie.